La Notte dei senza dimora
Il racconto della Notte 2014
Alcune impressioni a freddo su una calda notte di metà ottobre.
  • [ 0 commenti ]

Si può dire che la Notte dei senza dimora 2014 a Milano sia stata una Notte atipica. Sarà stata la temperatura: in maglietta a metà ottobre non era mai successo! Sarà stato il fatto che la città era lontana dalla solita routine, dopo una settimana di incontri internazionali che l'hanno di fatto blindata e resa di fatto molto diversa. Saranno state le tensioni che provenivano dalle manifestazioni che si svolgevano a pochi passi da noi. 

Tutti questi fattori hanno ovviamente influito sulla riuscita della Notte ma non hanno intaccato il suo significato originale. Ci siamo seduti a tavola con i senza dimora che sono venuti, condividendo il cibo offerto dalle associazioni e servito dai numerosi volontari accorsi per l'occasione. Abbiamo scambiato coperte con libri, solidarietà con cultura, due meravigliose monete di cui non dobbiamo temere mai l'inflazione. Abbiamo realizzato maglioni e cappelli fatti a maglia, sotto la guida dalle ragazze di Horujo Knit & Crochet. Abbiamo ballato e cantato con le musiche di Edwin One Man Band, di Claudio Niniano, della Bar Boon Band e del Ragazzo Semplice. La scaletta a un certo punto è del tutto saltata e il concerto si è trasformato in un'incredibile jam session che ha coinvolto tutti gli artisti. E poi sono arrivati i Giù il cappello per farci scatenare in balli di gruppo. 

Qualcuno è andato a casa, ma molti, più di cinquanta, hanno deciso per una notte di provare cosa vuol dire dormire per strada: un momento non banale, una piccola manifestazione di solidarietà fatta con rispetto e voglia di mettersi in gioco. 

Piazza Santo Stefano, che tutto l'anno è una severa e quasi nascosta tipica piazza milanese, per una notte diventa il teatro di un incontro speciale. L'incontro tra la città di Milano e le persone che più hanno necessità, un appuntamento che segna soltanto l'inizio di un lavoro, da parte delle diverse associazioni, che continua per tutto l'anno. E permette anche a chi non si è ancora speso in questa forma di volontariato di conoscere il lavoro svolto e di prendere contatto con le associazioni stesse.

Per questo ringraziamo chi ha contribuito a questa edizione: gli artisti, che si sono esibiti gratutitamente, le associazioni di volontariato attive sul territorio: Opera Cardinal Ferrari, Cena dell'amicizia, Papa Giovanni XXIII, Fondazione Fratelli di San Francesco, Ipsia Milano, Fondazione Isacchi Samaja Onlus, Associazione Miraggio, CAST, Croce Rossa Italiana – Comitato Provinciale di Milano, Progetto Arca e Ronda della Carità, A.G.O. Associazione grossisti ortofrutticoli, Amici di Gastone, Associazione Miraggio, Avvocati di strada Onlus, Avvocati per Niente, MIA-Milano in azione. E ancora l'assessore Majorino e il suo staff, il consiglio di zona 1 per il contributo economico fondamentale per lo svolgimento dell'iniziativa e in particolare la consigliera Francesca Castelbarco, Amsa e vi diamo appuntamento al prossimo anno. La temperatura potrà essere diversa ma il calore resterà lo stesso.

L'associazione Insieme nelle Terre di mezzo Onlus

 

Fotogallery, qui.

Rassegna stampa, qui.

  • [ 0 commenti ]
Per inserire un commento registrati o effettua il login in alto a destra
0 commenti

Eventi
Rubriche