Associazione
Milano: al via il Piano antifreddo
A Milano aumentano i posti per i senza dimora. Saranno 2500 da novembre. Chiesto l'aiuto di tutti i cittadini.
  • [ 0 commenti ]

Piano antifreddo: a Milano aumentano i posti per gli homeless.

Saranno 2.500 a partire da novembre, un quindo in più dell'anno scorso. Cittadini coinvolti con raccolte di vestiti, cibo e sacchi a pelo. Al centro di accoglienza della stazione sorgerà un luogo di ristoro per chi non entra nei dormitori
 
MILANO - "In due anni abbiamo raddoppiato i posti per i senza dimora". L'assessore alle politiche sociali del Comune di Milano Pierfrancesco Majorino presenta così il nuovo Piano antifreddo per il 2012. Dai 1.300 clochard accolti nell'era Moratti, si arriva a 2.500, un quinto di posti in più rispetto alla versione dell'anno scorso. Oggi in Giunta si è votata la delibera di attivazione dei bandi che assegneranno alle associazioni milanesi la gestione dei posti letto. Il provvedimento, che entrerà in vigore da novembre, segue le indicazioni già inserite nel Piano per il welfare. Costi previsti: un milione di euro.
 
"La grande novità di quest'anno è la mobilitazione di tutti i cittadini. Vogliamo che Milano non sia solo la capitale dei senza dimora ma anche dell'accoglienza". Con queste parole Majorino presenta la settimana d'iniziative a sostegno dei clochard della città, dal 17 al 24 novembre. Prima di tutto ci sarà una raccolta di indumenti e sacchi pelo, a cui seguirà l'organizzazione di una raccolta di alimenti attraverso il banco alimentare. "Sono piccoli atti con cui la cittadinanza può farsi sentire", commenta Majorino. "Non abbiamo registrato un aumento nel numero dei senza dimora in questi tre anni - aggiunge -. Semplicemente riusciamo a lasciarne meno in strada". Palazzo Marino punta molto sul centro del Centro di aiuto in Stazione Centrale, uno dei luoghi più frequentati nelle notti di vagabondaggio dei senza dimora. Lo scorso inverno a frequentarlo sono state 2.082 persone. Qui sorgerà anche un Punto caldo, un luogo di ristoro per chi non entra nei dormitori. Non si parla solo di emergenza con il Piano antifreddo: un bando sarà anche dedicato all'accoglienza diurna, in modo da attivare percorsi per favorire l'uscita dalla strada.

(Lorenzo Bagnoli per Redattore sociale)

  • [ 0 commenti ]
Per inserire un commento registrati o effettua il login in alto a destra
0 commenti

Eventi
Rubriche